Decreto sostegni bonus

Decreto Sostegni: quali bonus prevede il nuovo provvedimento del Governo? Il tanto atteso Decreto Sostegni ha introdotto nuovi incentivi ai lavoratori. Vediamo quali.

In vigore dal 23 marzo 2021 il cd. decreto Sostegni, cioè il D.L. 22 marzo 2021, n. 41, l’atteso decreto legge del Governo Draghi, ha previsto nuove misure urgenti in materia di sostegno alle imprese.

Come già fatto con i precedenti provvedimenti, anche in questo caso sono stati previsti una serie di incentivi una tantum da erogare ai cittadini fortemente compromessi dalla crisi economica conseguente l’emergenza sanitaria. In particolare in questa occasione si è cercato di favorire quelle categorie che meno sono state sostenute dai precedenti provvedimenti.

Vediamo quali sono i bonus individuati dal nuovo decreto.

Decreto sostegni bonus
Decreto sostegni: tutti i bonus previsti

Bonus lavoratori stagionali 2021

Una delle categorie destinatarie dei nuovi bonus del Decreto Sostegni è quella dei lavoratori stagionali. In questo caso sarà erogato un incentivo corrispondente a 2400 euro, in parte ridotto rispetto all’iniziale previsione.

I soggetti che possono accedere al presente incentivo sono appunto i lavoratori stagionali che prestano la propria attività lavorativa per imprese che operano nel settore del turismo o presso stabilimenti termali. In specie accedono:

  • stagionali o lavoratori in somministrazione dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • stagionali di settori diversi dal turismo e dagli stabilimenti termali;
  • intermittenti;
  • autonomi occasionali privi di partita IVA;
  • incaricati di vendita a domicilio.

Oltre ai predetti requisiti, i lavoratori in questione non devono essere titolari di pensione né di rapporto di lavoro dipendente né di NASpI alla data di entrata in vigore del decreto.

Bonus lavoratori autonomi

Come sopra accennato, anche i lavoratori autonomi possono accedere a suddetti incentivi. Il beneficio è erogato anche a coloro che non sono iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie.

Si richiede, tuttavia, che gli stessi siano titolari di contratti autonomi occasionali nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 23 marzo 2021, ed inoltre che non abbiano un contratto in essere il giorno successivo al 23 marzo 2021.

Questi lavoratori, per gli stessi contratti devono essere già iscritti alla Gestione separata, con accredito di almeno un contributo mensile.

Bonus lavoratori dello spettacolo

Il Decreto Sostegni prevede l’erogazione del presente bonus anche ai lavoratori dello spettacolo. Questi ultimi sono appartengono ad una delle categorie più svantaggiate dalla presente crisi economica.

La pandemia da Covid-19 ha infatti imposto la chiusura di cinema e teatri, nonché la sospensione di concerti da oltre un anno, incrinando l’economia dell’intero settore che non costa di soli artisti, ma anche tecnici e collaboratori.

Quindi proprio per venire incontro alle esigenze di questa categorie che è stato esteso l’incentivo di 2400 euro, purché siano posseduti alcuni requisiti fondamentali, devono infatti:

  • che abbiano almeno 30 contributi giornalieri versati al Fondo dal 1° gennaio 2019 al 23 marzo 2021, con reddito derivante non superiore a 75.000 euro, e non titolari di pensione né di contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, diverso dal contratto intermittente, senza corresponsione dell’indennità di disponibilità;
  • con almeno 7 contributi giornalieri versati dal 1° gennaio 2019 al 23 marzo 2021, cui deriva un reddito non superiore a 35.000 euro.

Decreto sostegni e lavoratori dello sport

Anche per i lavoratori dello sport il decreto sostegni ha previsto un importante incentivo. In questo caso la somma non necessariamente corrisponde a 2400 euro, sarà erogata, infatti, in un importo differente a seconda di quanto percepito nell’anno di imposta 2019:

  • euro 3.600, per compensi in misura superiore ai 10.000 euro annui;
  • euro 2.400, per compensi in misura compresa tra 4.000 e 10.000 euro annui;
  • infine di euro 1.200 per compensi in misura inferiore ad euro 4.000 annui.

Il bonus è diretto ad alcune categorie specifiche di lavoratori dello sport, cioè a coloro che sono impiegati come collaboratori presso:

  • il Comitato Olimpico Nazionale (CONI),
  • il Comitato Italiano Paraolimpico (CIP),
  • le federazioni sportive nazionali, le discipline sportive associate,
  • gli enti di promozione sportiva, riconosciuti dal Comitato Olimpico Nazionale (CONI) e dal Comitato Italiano Paraolimpico (CIP),
  • le società e associazioni sportive dilettantistiche.

Questi devono aver prestato una collaborazione duratura e continuativa fino alla data del 30 dicembre 2020.

Istanza di accesso

Questa categorie di lavoratori, invero, accedono tutte alla stessa tipologia di bonus del decreto sostegni, quindi le regole per presentare istanza di accesso sono le stesse per tutti.

Prima di proporre istanza, il lavoratore dovrà tenere in considerazione che le indennità, che non concorrono alla formazione del reddito, non possono essere cumulate tra loro, ma sono cumulabili con l’assegno ordinario di invalidità.

L‘istanza di accesso va presentata all’INPS entro il 30 aprile 2021 secondo le indicazioni che di seguito verranno fornite dall’Istituto con apposita circolare.

I lavoratori che hanno già beneficiato delle indennità previste dal decreto Ristori pari a 1.000 euro, riceveranno automaticamente il nuovo bonus una tantum pari a 2.400 euro, previsto dal decreto sostegni, senza necessità di presentare domanda.

Avviso importante:
Fiscomania.com ha raccolto, con ragionevole cura, le informazioni contenute in questo sito. Il materiale offerto è destinato ai lettori, solo a scopo informativo. Quanto letto non può in nessun caso sostituire una adeguata consulenza o parere professionale che rimane indispensabile. Si prega di leggere i nostri Termini e condizioni e l’informativa sulla privacy prima di utilizzare il sito. Tutto il materiale è soggetto alle leggi sul copyright. Fiscomania.com non accetta alcuna responsabilità in relazione all’utilizzo di tale pubblicazione senza la collaborazione dei suoi professionisti.

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here