Decontribuzione Sud

L’INPS con la Circolare n. 33 del 22 febbraio 2021 ha pubblicato le istruzioni operative e contabili.

L’INPS ha pubblicato le istruzioni per lo sgravio fruibile dal 1° gennaio 2021, che i datori di lavoro dovranno inserire nel flusso Uniemens di competenza febbraio 2021. La circolare fa riferimento al periodo intercorrente dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021.

Decontribuzione Sud
Decontribuzione Sud: istruzioni operative

Decontribuzione Sud

L’INPS ha pubblicato la Circolare n. 33 del 22 febbraio 2021 con le istruzioni per l’agevolazione contributiva in favore delle aziende che operano nelle aree svantaggiate del Mezzogiorno.

L’INPS ha chiarito che, al fine di contenere gli effetti straordinari sull’occupazione, derivanti dall’emergenza COVID-19 in aree caratterizzate da gravi situazioni di disagio socioeconomico, e di garantire la tutela dei livelli occupazionali, la Legge di bilancio 2021, ha previsto che l’esonero contributivo si applichi fino al 31 dicembre 2029.

Nell’estendere l’esonero fino al 31 dicembre 2029 è stata prevista anche una diversa modulazione della misura, ovvero, la percentuale di contribuzione datoriale sgravabile è:

  • 30% fino al 31 dicembre 2025;
  • 20% per gli anni 2026 e 2027;
  • 10% per gli anni 2028 e 2029.

Le regioni che rientrano nel beneficio sono l’Abruzzo, la Basilicata, la Calabria, la Campania, il Molise, Puglia, la Sardegna e la Sicilia.

“L’agevolazione continua a spettare in riferimento ai rapporti di lavoro subordinato,
con esclusione del settore agricolo e dei contratti di lavoro domestico, laddove “la sede di
lavoro sia situata in regioni che nel 2018 presentavano un prodotto interno lordo pro capite
inferiore al 75 per cento della media EU27 o comunque compreso tra il 75 per cento e il 90
per cento, e un tasso di occupazione inferiore alla media nazionale” (cfr. l’art. 27, comma 1,
del decreto-legge n. 104/2020).

Chi può beneficiare di questa agevolazione?

Possono beneficiarne i datori di lavoro privati, anche non imprenditori, con esclusione del settore agricolo e dei datori di lavoro che stipulino contratti di lavoro domestico, nonché dei settori espressamente esclusi dalla medesima previsione.

La legge di bilancio 2021 chiarisce che l’agevolazione non si
applica:

  • a) agli enti pubblici economici;
  • b) agli istituti autonomi case popolari trasformati in enti pubblici economici ai sensi della legislazione regionale;
  • c) agli enti trasformati in società di capitali, ancorché a capitale interamente pubblico, per effetto di procedimenti di privatizzazione;
  • d) alle ex istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza trasformate in associazioni o fondazioni di diritto privato, in quanto prive dei requisiti per la trasformazione in aziende di servizi alla persona (ASP), e iscritte nel registro delle persone giuridiche;
  • e) alle aziende speciali costituite anche in consorzio ai sensi degli articoli 31 e 114 del testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali, di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000 n. 267;
  • f) ai consorzi di bonifica;
  • g) ai consorzi industriali;
  • h) agli enti morali;
  • i) agli enti ecclesiastici.
  • Pertanto, per i predetti soggetti, sebbene equiparabili ai datori di lavoro privati, la decontribuzione in trattazione, in forza della speciale previsione di legge, non può trovare applicazione.

Indicazioni per i flussi Uniemens decontribuzione Sud 2021

I datori di lavoro interessati esporranno, fino al mese dicembre 2021, i lavoratori per i quali spetta l’agevolazione.

“I datori di lavoro interessati, che intendono fruire dell’agevolazione, esporranno, fino al mese dicembre 2021, i lavoratori per i quali spetta l’agevolazione, valorizzando, secondo le consuete modalità, l’elemento <Imponibile> e l’elemento <Contributivo> della sezione. In particolare, nell’elemento <Contributivo> deve essere indicata la contribuzione piena calcolata sull’imponibile previdenziale del mese”

  • Nell’elemento “TipoIncentivo” il valore “ACAS”;
  • Nell’elemento “CodEnteFinanziatore” il valore “H00” (Stato);
  • Nell’elemento “ImportoCorrIncentivo” l’importo posto a conguaglio relativo al mese corrente;
  • Nell’elemento “ImportoArrIncentivo” l’importo dell’esonero relativo al solo mese di gennaio 2021.

La valorizzazione del predetto elemento può essere effettuata esclusivamente nel flusso Uniemens di competenza febbraio 2021.

“I datori di lavoro privati con iscritti alla Gestione Pubblica che non risultino tassativamente esclusi dal beneficio dalla legge di bilancio 2021 e quindi non rientrano nell’elenco di cui al paragrafo 2 della presente circolare, dovranno esporre nel flusso Uniemens sezione ListaPosPA, per i periodi da gennaio 2021 a dicembre 2021, i lavoratori per i quali spetta l’esonero, valorizzando, secondo le consuete modalità, l’elemento <Imponibile> e l’elemento <Contributivo> della gestione pensionistica, indicando in quest’ultimo la contribuzione piena calcolata sull’imponibile pensionistico del mese”

I datori di lavoro dovranno compilare l’elemento “RecuperoSgravi” di “GestPensionistica”:

  • all’interno dell’elemento “Importo” dovrà essere indicato, appunto, l’importo del contributo oggetto dello sgravio;
  • all’interno dell’elemento “AnnoRif” dovrà essere inserito l’anno di riferimento dello sgravio;
  • all’interno dell’elemento “MeseRif” dovrà essere inserito il mese di riferimento dello sgravio;
  • all’interno dell’elemento “CodiceRecupero” dovrà essere inserito il valore “17” che si significa “Agevolazione contributiva per l’occupazione in aree svantaggiate – Decontribuzione Sud art. 27 D.L n.104/2020 e art.1, commi da 161 a 168, della L. 178/2020”.

Istruzioni contabili decontribuzione Sud 2021

Con riferimento alle istruzioni operative illustrate nei paragrafi precedenti, l’INPS ha confermato le istruzioni contabili fornite con la circolare n. 122/2020.

Pertanto, allo stesso conto GAW37158, a cui sarà adeguata la denominazione, andranno
imputate le somme denunciate con i codici “L540” e “L543”.

Inoltre, lo stesso conto verrà utilizzato altresì per la rilevazione contabile dell’esonero a favore dei datori di lavoro privati iscritti alle gestioni pensionistiche ex INPDAP che, per le denunce contributive, si avvalgono del flusso Uniemens, sezione ListaPosPA.

Avviso importante:
Fiscomania.com ha raccolto, con ragionevole cura, le informazioni contenute in questo sito. Il materiale offerto è destinato ai lettori, solo a scopo informativo. Quanto letto non può in nessun caso sostituire una adeguata consulenza o parere professionale che rimane indispensabile. Si prega di leggere i nostri Termini e condizioni e l’informativa sulla privacy prima di utilizzare il sito. Tutto il materiale è soggetto alle leggi sul copyright. Fiscomania.com non accetta alcuna responsabilità in relazione all’utilizzo di tale pubblicazione senza la collaborazione dei suoi professionisti.

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here