Cartelle e pignoramenti. Dal 16 ottobre riprendono pignoramenti e riscossione. Il Decreto Agosto ha prorogato al 15 ottobre 2020 il termine finale di sospensione dell’attività di riscossione, precedentemente fissato al 31 agosto 2020.

Il differimento al 15 ottobre ha riguardato, il termine di sospensione del versamento di tutte le entrate tributarie e non, derivanti da cartelle di pagamento, avvisi di addebito e avvisi di accertamento affidati all’Agente della riscossione.

La sospensione include:

  • Cartelle di pagamento;
  • Avvisi di accertamento esecutivi;
  • Avvisi di accertamento in materia doganale;
  • Ingiunzioni degli enti territoriali;
  • Nuovi avvisi di accertamento esecutivi per i tributi locali.

Per le cartelle di pagamento in scadenza, nel periodo di sospensione, al 15 ottobre, è possibile richiedere una rateizzazione, e, per evitare l’attivazione di procedure di recupero da parte di Agenzia delle Entrate-Riscossione, è opportuno presentare la domanda entro il 30 novembre 2020.

Cartelle e pignoramenti

Il citato Decreto Agosto NON è intervenuto sui termini di scadenza della Rottamazione-ter e del Saldo e stralcio.

Sono 18 milioni i contribuenti con debiti da riscuotere che, dal 16 ottobre, si vedranno recapitare cartelle ed altri atti di riscossione.

Cartelle e pignoramenti riprendono dal 16 ottobre 2020 

Dal 16 ottobre riprende l’attività ordinaria di notifica di cartelle ed altri atti ed anche il pagamento delle somme sospese dall’8 marzo 2020.

Il termine finale della sospensione dell’attività di riscossione viene quindi fissato al 15 ottobre 2020.

Riprenderanno anche le ingiunzioni fiscali che sono emesse dagli enti locali quindi Regioni e Comuni, sui loro tributi, come il bollo auto, l’Imu o la Tari.

Riprendono le attività di riscossione forzata nei confronti degli inadempienti, che colpiranno i beni del debitore attraverso il sistema dei pignoramenti.

Saranno riprese le procedure già avviate ma sospese, e saranno, inoltre, avviate nuove procedure per colpire i beni dei contribuenti rimasti inadempienti agli adempimenti relativamente ai pagamenti richiesti.

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here