Bonus vacanze

Il bonus vacanze consiste in un bonus concesso alle famiglie italiane con ISEE non superiore ai 40.000 euro, e che può essere sfruttato per pagare i servizi turistico-alberghieri in strutture ricettive italiane inclusi agriturismi e bed & breakfast.

Pubblicità

La sua validità era limitata fino al 31 dicembre 2020 tuttavia, con il Decreto Milleproroghe ha fissato al 31 dicembre 2021 il termine ultimo per utilizzare il bonus vacanze.

Vediamo quali sono le novità.

Bonus vacanze
Bonus vacanze

Cos’è il Bonus vacanze?

Il bonus vacanze consiste in un contributo fino 500 euro da utilizzare per soggiorni in alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e bed & breakfast in Italia.

Possono ottenere il bonus vacanze i nuclei familiari con ISEE fino a 40.000 euro. L’importo del bonus è cosi suddiviso:

  • 500 euro per nucleo composto da tre o più persone;
  • 300 euro da due persone;
  • 150 euro da una persona.

Il bonus può essere richiesto e viene erogato esclusivamente in forma digitale tramite l’APP IO.

Per beneficiare del Bonus vacanze, è necessario che un componente del nucleo familiare sia in possesso:

  • Identità digitale SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale);
  • CIE 3.0 (Carta d’Identita Elettonica).

L’importo del bonus sarà riconosciuto attraverso un codice identificativo associato a un QR code da presentare, con il codice fiscale alla struttura ricettiva, il quale riceverà automaticamente il rimborso come credito dìimposta.

Bonus vacanze: proroga a giugno 2022?

L’emendamento prevede oltre alla proroga fino a giugno 2022, la possibilità di cedere il bonus alle agenzie di viaggio o l’autorizzazione a poter usufruirne per più di una volta per strutture e periodi diversi, in quanto lo scorso anno il bonus vacanze è stato in gran parte non utilizzato.

Il Bonus vacanze, introdotto dall’articolo 176 del DL numero 34 del 19 maggio 2020, nato con la finalità di sostenere il settore turistico, ovvero uno dei settori maggiormente colpiti, consiste in uno sconto sull’importo dovuto per l’80% ed in una detrazione per il 20%.

Il Bonus Vacanze è stato prorogato fino al 31 dicembre 2021 per chi ne ha fatto richiesta. Ciò significa che non è più possibile fare domanda ma chi l’ha richiesto ha tempo fino al 31 dicembre 2021 per utilizzarlo.

Attualmente, il bonus vacanze:

  • Può essere utilizzato da un solo componente del nucleo familiare, anche diverso dalla persona che lo ha richiesto;
  • Può essere utilizzato in un’unica soluzione, presso un’unica struttura turistica ricettiva in Italia (albergo, campeggio, villaggio turistico, agriturismo e bed & breakfast);
  • Fruibile nella misura dell’80%, sotto forma di sconto immediato, per il pagamento dei servizi prestati dall’albergatore;
  • Il 20% potrà essere scaricato come detrazione di imposta, in sede di dichiarazione dei redditi, da parte del componente del nucleo familiare a cui viene fatturato il soggiorno (con fattura elettronica o documento commerciale).
  • Il Bonus vacanze sarà rimborsato all’albergatore sotto forma di credito d’imposta utilizzabile, senza limiti di importo in compensazione, o cedibile anche a istituti di credito.

L’emendamento al decreto Sostegni allungerebbe quindi la scadenza del bonus vacanze e consentirebbe di utilizzare il bonus anche a rate e non esclusivamente in un’unica soluzione.

Avviso importante:
Fiscomania.com ha raccolto, con ragionevole cura, le informazioni contenute in questo sito. Il materiale offerto è destinato ai lettori, solo a scopo informativo. Quanto letto non può in nessun caso sostituire una adeguata consulenza o parere professionale che rimane indispensabile. Si prega di leggere i nostri Termini e condizioni e l’informativa sulla privacy prima di utilizzare il sito. Tutto il materiale è soggetto alle leggi sul copyright. Fiscomania.com non accetta alcuna responsabilità in relazione all’utilizzo di tale pubblicazione senza la collaborazione dei suoi professionisti.

Lascia una Risposta

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome