Bonus vacanze 2020: 500 euro per chi prenota presso strutture italiane. La misura è stata confermata tra quelle che faranno parte del nuovo decreto.

Il bonus vacanze sarà previsto nel Decreto che il Governo dovrebbe approvare la prossima settimana. L’ufficializzazione è giunta dal sottosegretario all’Economia, Pier Paolo Baretta, in occasione di un’intervista al quotidiano della Cei Avvenire.

Il Bonus vacanze verrà erogato in base al reddito, per avere maggiori dettagli, bisognerà attendere la pubblicazione del decreto.

Bonus vacanze 2020

Bonus vacanze 2020: 500 euro nel nuovo decreto

Il bonus vacanze 2020 farà parte dei provvedimenti nel decreto in attesa nei prossimi giorni.

La conferma è arrivata, anche, dal Presidente del Consiglio, durante l’informativa alla Camera del 30 aprile. L’idea è quella di dare una mano a uno dei settori più toccati dall’emergenza Covid-19: il turismo.

In un’intervista rilasciata ad Avvenire, il sottosegretario all’Economia Pier Paolo Baretta ha dichiarato:

“Il turismo è il settore più esposto perché rischia una falsa partenza, una riapertura senza clientela. Sarà certamente un’estate difficile e abbiamo l’esigenza di non perdere la stagione. Per questo ci sarà un contributo per le vacanze degli italiani in Italia. La platea sarà definita in base al reddito.”

Bonus vacanze 2020: la proposta di Anpit

Al Governo c’è anche la proposta effettuata da l’Associazione Nazionale per l’Industria e il Terziario, basata su un meccanismo di detrazione fiscale, intervento che costerebbe allo Stato tra 1,2 e 1,5 miliardi di euro.

Il dossier che è arrivato sulle scrivanie del Governo parla di una detrazione fiscale delle spese del 2020, valido per soggiorni di almeno 3 notti in strutture italiane.

L’ipotesi allo studio prevede che il bonus vacanze vada a lavoratori dipendenti e professionisti con un reddito compreso tra 7.500 e 26.000 euro.

La detrazione andrebbe in base ai componenti del nucleo familiare, quindi:

  • 100 euro (al massimo) senza componenti a carico;
  • 100 euro aggiuntivi per il primo componente;
  • 75 euro per il secondo componente a carico;
  • 50 euro per il terzo.

La cifra massima che si può detrarre quindi arriverebbe a 325 euro.

L’ipotesi per i lavoratori dipendenti è quella che la detrazione venga applicata dal sostituto d’imposta nel mese successivo alla presentazione della richiesta.

Secondo le prime stime, il costo previsto del bonus vacanze ammonta a tra 1,2 e 1,5 miliardi di euro. Il bonus vacanze sarebbe valido per i periodi di villeggiatura prenotati dal 1° giugno al 31 dicembre 2020.

Non resta che aspettare il testo ufficiale del provvedimento, per sapere come sarà strutturato il bonus, quale sarà il limite di reddito per accedervi e se sarà gestito come una detrazione, seguendo la proposta di Anpit.

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here