Il Bonus Partite Iva potrebbe salire a 800 euro. A confermarlo sono i ministeri dell’Economia e del Lavoro che stanno lavorando, all’estensione del sostegno economico.

Il Bonus 600 euro, previsto per le Partite IVA, dal Decreto Cura Italia, potrebbe essere aumentato di 200 euro nel mese di Aprile, passando così ad un Bonus di 800 euro.

Tuttavia, se da una parte ci sarà un aumento dell’importo del bonus, specularmente si assisterà ad una riduzione della platea dei beneficiari. A fronte dell’aumento dell’importo del bonus assisteremo ad una maggiore selettività per l’ottenimento. A quanto si apprende il nuovo bonus riguarderà soltanto chi ha subito conseguenze (minori ricavi o chiusura dell’attività) dalla’emergenza epidemiologica dal Covid-19.

Per l’ottenimento del nuovo bonus si dovranno presentare, molto probabilmente, una serie di documenti attestanti lo stato di crisi. L’apertura delle richieste è dal 30 marzo 2020.

Attualmente, la platea a cui spetta il Bonus 600 euro è di circa 5 milioni di persone di cui:

  • 3,6 milioni di artigiani e commercianti;
  • 340mila partite Iva e co.co.co. iscritti alla gestione separata INPS;
  • 500mila professionisti, tutti privi di cassa di previdenza;
  • 660mila lavoratori agricoli;
  • 170mila stagionali del turismo;
  • 80mila precari dello spettacolo. 

E’ numero troppo elevato per poter riconoscere a tutti l’ampliamento del Bonus da 600 a 800 euro.

Bonus partite IVA verso l’aumento a 800 euro

Chi potrà beneficiarne?

Sulla base delle anticipazioni del viceministro Antonio Missioni, i destinatari del nuovo bonus da 800 euro saranno ridotti.

La restrizione sarà effettuata tenendo conto della perdita di fatturato registrata nel primo trimestre del 2020.

I criteri sono ancora tutti da stabilire secondo le risorse messe a disposizione dal Governo.

Ad oggi, per poter accedere al Bonus 600 euro è necessario aver subito delle perdite di fatturato di almeno il 33% rispetto all’anno precedente.

Per ottenere il bonus 600 euro Covid-19 si deve presentare domanda in via telematica all’INPS.

Bonus 600 euro per i lavoratori autonomi e partite iva

2 COMMENTI

  1. buon giorno, avrei bisogno di un chiarimento sul seguente quesito:
    sono un’artigiana iscritta alla Partita IVA, da circa un anno, dopo due mesi di attività ho scoperto di avere un tumore per il quale ho subito un intervento, che mia ha tenuta a casa in convalescenza per un po’ di tempo, poi forza e coraggio perche’ le spese vive arrivavano ho ripreso a lavorare diminuendo la durata del lavoro.
    Dall’INPS ho ricevuto una pensione di validità minima di circa 250 euro che mi verrà corrisposta per un anno …….preciso che sia il dpcm che l’oncologo mi ha imposto la chiusura dell’ attività fino a data da destinare.
    Ora mi chiedo, per quanto sopra detto, io avrei diritto a questo bonus, posso fare la richiesta telematica.
    Aspetto con ansia la vostra gentile risposta e vi ringrazio anticipatamente.

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here