Home Fisco Nazionale Bonus Inps senza ISEE fino a 1600 € e non solo

Bonus Inps senza ISEE fino a 1600 € e non solo

0

Il bonus INPS omnicomprensivo, introdotto già nel marzo dello scorso anno, è uno degli aiuti economici che il precedente Governo Conte ha stanziato per aiutare i più bisognosi.

Come prevede l’articolo:

“Si tratta di un bonus, il cui importo varia a seconda dei mesi a cui fa riferimento, che è stato e sarà riconosciuto nei confronti di migliaia di cittadini italiani, la cui attività lavorativa fa riferimento ad una delle specifiche categorie previste dai decreti-legge.”

È uno dei Bonus INPS senza ISEE ed è quello che ha ottenuto indubbiamente i migliori risoltati finora. Infatti, il Governo attualmente guidato da Mario Draghi ha approvato di continuare con questa formula di bonus INPS omnicomprensivo che con questo giro prevede un importo compreso fra i 950€ ed i 1600€ ed una classe societaria di cittadini e lavoratori del tutto differenti. I cittadini avranno la possibilità di richiedere il bonus INPS entro e non oltre il 30 settembre 2021 tramite i servizi online del sito dell’INPS.

Se all’inizio il Governo Draghi aveva avuto dei tintinnamenti sulla decisione di continuità di alcuni bonus causando un po’ di panico generale fra i cittadini, ancora scossi dall’impatto causata dal Covid-19, essi si sono poi dovuti ricredere: misure ed interventi per la salvaguardia dell’economia italiana dello stato e dei cittadini sono state prese e sono andate tutte nella direzione voluta.

L’idea di puntare sul bonus INPS omnicomprensivo rimane comunque un punto di forza che avvalora ancora di più il lavoro svolto dal Governo attuale poiché garantisce uno dei benefici economici più richiesti.


Decreto Sostegni Bis ed i nuovi Bonus INPS senza ISEE

L’emergenza epidemiologica che ha travolto il mondo intero nello scorso anno, e della quale tutt’ora ci portiamo ancora avanti le tracce, ha freezzato l’economia sia in Italia che come nel resto del Globo, portando i Governi delle varie Nazioni a trovare soluzioni per sostenere il proprio popolo.

In Italia milioni di euro sono stati stanziati in supporti e bonus per cercare di dare una serenità alle famiglie più bisognose.

Molti sono gli imprenditori che si sono trovati a chiudere forzatamente, tanto quanto i lavoratori stagionali o dipendenti a cui sono state dimezzate le ore lavorative, se non addirittura il termine del contratto di lavoro.

Oltre il bonus INPS omnicomprensivo che andremo ad analizzare fra poco, sono stati confermati ed introdotti nuovi aiuti governativi per il supporto delle famiglie ma anche delle singole persone.

Il lato positivo di questi incentivi riguarda il fatto che si tratta di agevolazioni e bonus INPS senza ISEE, quindi disponibili davvero a tutti.

Cos’è l’ISEE?

L’abbreviazione ISEE sta a significare “Indicatore della Situazione Economica Equivalente”.

Si tratta dello strumento principale per poter aver accesso ad una serie di bonus ed agevolazioni governative e statali dipendenti dallo stato sociale ed economico in cui vi trovate.

Per semplificare, potete considerarlo come una specie di “passaporto economico” del nucleo famigliare in cui vi trovate.

Come funziona il Bonus INPS omnicomprensivo sena ISEE

Una delle agevolazioni più richieste e meglio andate a buon fine nel corso dello scorso anno, il Bonus INPS omnicomprensivo è stato confermato anche per il 2021.

L’obbiettivo per il rinnovo di questo incentivo riguarda il supportare al meglio la categoria di lavoratori che ha risentito di più di questa chiusura forzata.

Da considerare è la netta differenza di metodologia nel donare questo Bonus INPS senza ISEE: verranno elargite solo due mensilità, quindi l’importo totale sarà comprensivamente minore rispetto a quello dell’anno precedente, che arriva a raggiunge una quota di 2400€.

La domanda per richiedere il Bonus Inps omnicomprensivo va effettuata tramite il sito inps.it utilizzando il metodo SPID oppure la Carta d’identità elettronica.

Le richieste, quindi devono essere fatte online entro il 30 settembre 2021.

A chi spetta il bonus INPS omicomprensivo?

Come annunciato precedente, questo tipo di bonus INPS senza ISEE serve per poter dare il supporto a tutti i cittadini che si sono trovati in difficoltà durante il periodo di chiusura forzata causato dalla pandemia.

Le figure principali che vedono l’accettazione della domanda sono, quindi, una maggioranza riguardante il settore turistico, ma di seguito troverete una lista di cittadini che potranno beneficiare del bonus INPS omnicomprensivo:

  • i lavoratori stagionali e i lavoratori in somministrazione dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • i lavoratori dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali;
  • i lavoratori intermittenti;
  • i lavoratori autonomi occasionali;
  • i lavoratori incaricati alle vendite a domicilio;
  • i lavoratori a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • i lavoratori dello spettacolo.

L’INPS, inoltre ricorda che tutti coloro che stanno già beneficiando dell’indennità prevista dal precedente decreto sostegni non dovranno effettuare la domanda poiché gli sarà mandato direttamente il bonifico con la somma necessaria.

In poche parole, a chi ha usufruito in passato di questa formula di agevolazione verrà schivato di un passaggio andando direttamente alla ricezione dell’importo.

I requisiti e chi non verrà incluso nel Bonus INPS da 1600€

Il decreto-legge n. 73 del 25 maggio 2021 mette bene in chiaro che la ricezione del bonus INPS omnicomprensivo non è cumulabile con altre agevolazioni economiche disposte dal Governo.

Reddito di cittadinanza, reddito di emergenza e indennità di disoccupazione NASPL sono fra i primi divieti di somma che il decreto sostegni Bis ha messo per poter ricevere il bonus INPS omnicomprensivo di 1600€.

Gli altri contributi economici che non permettono di ottenere l’indennità da 1600€ sono:

• indennità una tantum in favore di lavoratori agricoli;

•  indennità che sono corrisposte dalla società “Sport e salute”;

•  benefici destinati in favore dei pescatori autonomi;

• indennità destinata ai lavoratori domestici;

•  misure economiche a sostegno del reddito nei confronti di quei professionisti che sono iscritti agli enti di diritto privato relativi alla previdenza obbligatoria,

• indennità di funzione destinati ai lavoratori che effettuano alcune cariche, ad esempio quelle per i parlamentari.

Avviso importante:
Fiscomania.com ha raccolto, con ragionevole cura, le informazioni contenute in questo sito. Il materiale offerto è destinato ai lettori, solo a scopo informativo. Quanto letto non può in nessun caso sostituire una adeguata consulenza o parere professionale che rimane indispensabile. Si prega di leggere i nostri Termini e condizioni e l’informativa sulla privacy prima di utilizzare il sito. Tutto il materiale è soggetto alle leggi sul copyright. Fiscomania.com non accetta alcuna responsabilità in relazione all’utilizzo di tale pubblicazione senza la collaborazione dei suoi professionisti.

Nessun Commento

Lascia una Risposta

Scrivi il tuo commento
Inserisci il tuo nome