La domanda per usufruire del Bonus baby sitter si può presentare fino al 31 agosto 2020.

L’INPS, nel comunicato stampa del 5 agosto ha chiarito che il 31 agosto 2020 è l’ultimo giorno per presentare  domanda per il bonus baby-sitter, centri estivi e servizi integrativi per l’infanzia.

La Legge di conversione del Decreto Rilancio ha esteso a tale data il periodo per il quale è possibile usufruire del bonus baby sitter e centri estivi.

Potranno essere remunerate tramite il Libretto Famiglia le prestazioni lavorative di baby-sitting svolte dal 5 marzo 2020 al 31 agosto 2020.

Bonus baby sitter

Bonus baby sitter

La richiesta del bonus fino a 1.200 euro per i voucher INPS e per il contributo relativo al pagamento dei centri estivi potrà essere inviata entro la scadenza del 31 agosto.

Saranno remunerate tramite il Libretto Famiglia le prestazioni lavorative di baby-sitting svolte dal 5 marzo 2020 al 31 agosto 2020.

Le prestazioni svolte nel periodo sopra indicato potranno essere comunicate sulla piattaforma delle prestazioni occasionali entro il 31 dicembre 2020.

Domanda bonus baby sitter

Per poter presentare la domanda, il richiedente dovrà autenticarsi ai servizi INPS, o con il PIN rilasciato dall’Istituto, ovvero tramite SPID, CNS o CIE.

Durante compilazione della domanda occorre scegliere se si intende richiedere il bonus baby sitter o il contributo per l’iscrizione ai centri estivi.

La domanda potrà essere presentata:

  • Web: www.inps.it – sezione “Servizi online” > “Servizi per il cittadino” > autenticazione con il PIN dispositivo (oppure SPID, CIE, CSN) > “Domanda di prestazioni a sostegno del reddito” > “Bonus servizi di baby-sitting”;
  • Contact center: numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o numero 06 164.164 (da rete mobile con tariffazione a carico dell’utenza chiamante);
  • Patronati.

Il Bonus baby sitting può richiederlo:

  • Lavoratori dipendenti del settore privato;
  • Lavoratori iscritti alla Gestione separata;
  • I lavoratori autonomi iscritti all’INPS;
  • Lavoratori autonomi non iscritti all’INPS (subordinatamente alla comunicazione da parte delle rispettive casse previdenziali).

Il bonus baby sitting spetta a condizione che nel nucleo familiare non vi sia altro genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito in caso di sospensione o cessazione dell’attività lavorativa (ad esempio, NASPI, CIGO, indennità di mobilità, ecc.) o altro genitore disoccupato o non lavoratore, con i quali, dunque, sussiste incompatibilità e divieto di cumulo.

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here