Il Decreto Ristori ha previsto un Bonus 800 euro in favore dei collaboratori sportivi. Vediamo chi potrà beneficiarne.

Il Decreto Ristori, ha previsto alcuni incentivi economici in favore delle categorie che hanno subito delle restrizioni dal DPCM del 24 ottobre.

In particolare, per i collaboratori sportivi è stato previsto un bonus da 800 euro, una tantum, in favore dei lavoratori dello sport obbligati alla chiusura, alla riduzione o alla sospensione della propria attività.

Il bonus sarà riconosciuto per il mese di novembre 2020 ed il pagamento verrà effettuato dalla società Sport e Salute in base ai requisiti che sono stati aggiornati in alcuni punti anche per il sussidio di giugno.

Bonus 800 euro

Non sarà necessario richiederlo, in quanto, il pagamento sarà versato in automatico via bonifico dalla società Sport e Salute a tutti i soggetti a cui è spettato il sussidio nei mesi scorsi in quanto hanno dovuto cessare, ridurre o sospendere la propria attività.

Per avere maggiori informazioni sulle misure previste dal Decreto Ristori:

“Decreto ristori: cosa prevede?”

Chi potrà beneficiare del Bonus 800 euro?

Il Decreto “Ristoro”, come già anticipato in apertura, prevede un’indennità di 800 euro per tutti i Collaboratori Sportivi già beneficiari dello stesso indennizzo nei mesi precedenti.

Per il mese di novembre è stata, quindi, disposta un’indennità per un ammontare pari a 800 euro in favore dei lavoratori sportivi, ed è erogata dalla società Sport e Salute nel limite massimo di 124 milioni di euro per il 2020.

Non sarà necessario richiederlo, in quanto, il pagamento sarà versato in automatico via bonifico dalla società Sport e Salute a tutti i soggetti a cui è spettato il sussidio nei mesi scorsi in quanto hanno dovuto cessare, ridurre o sospendere la propria attività.

Potranno beneficiare del Bonus 800 euro:

“Lavoratori impiegati con rapporti di collaborazione presso il Coni, il Comitato Italiano Paralimpico, le federazioni sportive nazionali, le discipline sportive associate, gli enti di promozione sportiva riconosciuti dal Coni e dal Cip, le società e associazioni sportive dilettantistiche”

i quali, hanno dovuto cessare, ridurre o sospendere la propria attività a seguito del DPCM del 24 ottobre.

La società sport e salute spa, con il comunicato stampa del 28 ottobre 2020, ha fornito alcuni chiarimenti circa il Bonus 800 euro per i lavoratori sportivi.

Ai fini dell’erogazione automatica dell’indennità di giugno, si legge nel comunicato di Sport e Salute Spa:

“si considerano cessati a causa dell’emergenza epidemiologica anche tutti i rapporti di collaborazione scaduti alla data del 31 maggio 2020 e non rinnovati”.

Essi riceveranno una email per la verifica delle cause di incompatibilità e, qualora non inviassero alcuna email, verrà erogata l’indennità.

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here