Al via i primi pagamenti del Bonus 600 euro. Sono oltre 1,8 milioni i lavoratori che hanno fatto richiesta all’INPS e riceveranno il Bonus 600 euro sul proprio conto corrente, dal 15 aprile 2020. Le restanti pratiche saranno chiuse entro la fine della settimana.

L’INPS ha comunicato che, da oggi mercoledì 15 aprile 2020, inizierà la fase di accredito sul conto corrente del Bonus 600 euro di cui agli art. 27, 28, 29, 30 e 38 del Decreto Cura Italia , in favore di 1,8 milioni di lavoratori.

Ad annunciarlo è l’INPS con il comunicato stampa congiunto con il Ministero del Lavoro del 14 aprile 2020, rendendo note ufficialmente le date di pagamento del Bonus di 600 euro.

Entro la fine della settimana saranno effettuati tutti gli accrediti.

Coloro che non ha fatto, ancora, domanda, tra:

  • Titolari di Partita IVA;
  • Collaboratori coordinati e continuativi;
  • Artigiani;
  • Commercianti;
  • Stagionali del settore turismo e degli stabilimenti termali;
  • Operai agricoli a tempo determinato;
  • Lavoratori dello spettacolo;

danneggiati dal Covid-19, possono ancora presentarla in modalità telematica e con PIN semplificato.

Un sms o una email dell’INPS comunicherà agli interessati l’accredito della somma sul conto corrente bancario o l’ufficio postale indicati nella domanda.

Bonus

Bonus 600 euro

Il Bonus 600 euro è una indennità una tantum, di 600 euro, introdotta dal Decreto Cura Italia, in favore di alcuni lavoratori, dipendenti e autonomi che hanno avuto ripercussioni a causa dell’emergenza sanitaria ed economica del Covid-19.

Il bonus è attualmente previsto, per il momento, per il solo mese di marzo 2020, e la richiesta è stata da parte di 4 milioni di persone (al 10 aprile 2020).

Il legislatore ha stanziato, un valore massimo di spesa, il quale, una volta raggiunto, porterà al blocco, da parte dell’INPS, della concessione di ulteriori richieste, indipendentemente dal diritto previsto nell’articolo di riferimento.

Chi può Beneficiarne?

Possono Beneficiare del Bonus 600 euro:

Titolari di partita IVA– Attivi alla data del 23/02/2020
– Iscritti alla Gestione separata
– Non titolari di trattamento pensionistico diretto
Co.co.co.– Attivi alla data del 23/02/2020
– Iscritti alla Gestione separata
– Non titolari di trattamento pensionistico diretto
– Coloro che versano aliquota contributiva, per il 2020, del 34,23%
Partecipanti agli studi associati o società semplici con attività di lavoro autonomo – Attivi alla data del 23/02/2020
– Iscritti alla Gestione separata
– Non titolari di trattamento pensionistico diretto
Artigiani – Iscritti alle gestioni speciali dell’Ago
– Non titolari di un trattamento pensionistico diretto
– Non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie
Commercianti – Iscritti alle gestioni speciali dell’Ago
– Non titolari di un trattamento pensionistico diretto
– Non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie
Coltivatori diretti
– Coloni
– Mezzadri

Imprenditori agricoli professionali
Coadiuvanti e coadiutori artigiani, commercianti e lavoratori agricoli
– Iscritti alle gestioni speciali dell’Ago o alle gestioni autonome agricole
– Non titolari di un trattamento pensionistico diretto
– Non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie
Lavoratori dipendenti stagionali del settore turismo – Qualora abbiano cessato involontariamente il rapporto di lavoro, con un datore di lavoro del settore turismo, tra il 1° gennaio 2019 e il 17 marzo 2020
– Non titolari di un trattamento pensionistico diretto
-Non titolari di rapporto di lavoro dipendente alla data del 17 marzo 2020
– Cumulabile con l’indennità di disoccupazione NASpI
Lavoratori dipendenti stagionali degli stabilimenti termali – Qualora abbiano cessato involontariamente il rapporto di lavoro, con un datore di lavoro degli stabilimenti termali, tra il 1° gennaio 2019 e il 17 marzo 2020
– Non titolari di un trattamento pensionistico diretto
– Non titolari di rapporto di lavoro dipendente alla data del 17 marzo 2020
– Cumulabile con l’indennità di disoccupazione NASpI
OTD (operai agricoli a tempo determinato) – Nel 2019 hanno effettuato almeno 50 giornate effettive di attività di lavoro agricolo dipendente
– Non titolari di un trattamento pensionistico diretto.
Piccoli coloni – Nel 2019 hanno effettuato almeno 50 giornate effettive di attività di lavoro agricolo dipendente
– Non titolari di un trattamento pensionistico diretto.
Compartecipanti familiari – Nel 2019 hanno effettuato almeno 50 giornate effettive di attività di lavoro agricolo dipendente
– Non titolari di un trattamento pensionistico diretto.
Lavoratori dello spettacolo– Iscritti al Fondo pensioni dello spettacolo
– Con almeno 30 contributi giornalieri versati nel 2019 al medesimo Fondo, cui sia derivato un reddito non superiore a 50.000 euro
Non hanno diritto:
– Lavoratori titolari di rapporto di lavoro dipendente alla data del 17 marzo 2020
– Non titolari di un trattamento pensionistico diretto
– Cumulabile con l’indennità di disoccupazione NASpI

Come fare domanda

La domanda deve essere presentata all’INPS, in modalità telematica semplificata.

Le credenziali di accesso sono:

  • PIN rilasciato (sia ordinario sia dispositivo);
  • SPID di livello 2 o superiore;
  • Carta di identità elettronica 3.0 (CIE);
  • Carta nazionale dei servizi (CNS).

La domanda potrà essere effettuata, anche, tramite la modalità semplificata che consente ai cittadini la compilazione e inviare on line la domanda previo inserimento della sola prima parte del PIN dell’Inps, ricevuto via SMS o e-mail dopo averlo richiesto tramite portale o Contact Center.

La richiesta del PIN potrà essere effettuata:

  • Sito internet www.inps.it, utilizzando il servizio “Richiesta PIN”;
  • Contact Center, chiamando il numero verde 803 164 (gratuito da rete fissa), oppure 06 164164 da rete mobile.

Bonus 600 euro: accredito sul conto corrente

Degli 1,8 milioni di lavoratori destinatari dei primi pagamenti del bonus di 600 euro, l’11% sono liberi professionisti e collaboratori, il 67% lavoratori autonomi ed il 22% sono lavoratori agricoli.

Saranno questi i primi a ricevere il Bonus 600 euro. Già dalle scorse ore l’INPS ha avviato la fase di notifica degli avvisi sulla data di pagamento dei 600 euro, tramite SMS o email.

Il comunicato stampa del 14 aprile, ha confermato che circa il 50% di chi ha fatto domanda per il bonus di 600 euro riceverà il bonus sul proprio conto corrente entro oggi, mercoledì 15.

Per tutti gli altri l’attesa sarà breve: i pagamenti si concluderanno in settimana.

Bonus 600 euro pagamento entro la fine della settimana

Entro la fine della settimana si concluderanno tutte le pratiche: i pagamenti relativi a tutte le domande trasmesse all’INPS per il bonus di 600 euro saranno effettuati entro il 19 aprile.

Lascia una Risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here