Etichettato: modello RLI cedolare secca

Registrazione contratto di locazione modello R.L.I. – Guida alla compilazione 

Cedoalre seccaDallo scorso 1 aprile 2014 l’Agenzia delle Entrate ha sostituito il vecchio modello 69 con il nuovo modello R.L.I. (Registrazione Locazioni Immobili). Questo modello serve per richiedere la registrazione di contratti di locazione e affitto di beni immobili e registrare eventuali proroghe, cessioni o risoluzioni. L’R.L.I. può essere utilizzato anche per richiedere l’opzione e la revoca della cedolare secca e per comunicare i dati catastali dell’immobile oggetto di locazione. Nel nuovo modello, confluiscono tutti gli adempimenti fiscali legati alla registrazione dei contratti di locazione e affitto immobiliare, che prima dovevano essere riportati nel modello 69.

Modalità di trasmissione del modello - Il modello R.L.I. può essere trasmesso all’Agenzia delle Entrate sia in modalità cartacea, presentandosi presso qualsiasi ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate, sia in modalità telematica, attraverso il software gratuito “modello RLI web” disponibile gratuitamente sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Continua a leggere

About these ads

Novità per la registrazione delle locazioni immobiliari

Importanti novità introdotte dall’Agenzia delle Entrate, in vigore dal prossimo febbraio, legate, sia la pagamento dell’imposta di registro, che alla registrazione/modifica e risoluzione, dei contratti di locazione e affitto di beni immobili.  In particolare, salvo il previsto regime transitorio:

  • dal 1° febbraio 2014, sarà necessario utilizzare il modello “F24 Elementi Identificativi (F24 ELIDE) per effettuare il versamento dell’imposta di registro derivante dalla registrazione, proroga annuale, o risoluzione di contratti di locazione o affitto immobiliare;
  •  dal 3 febbraio 2014, sarà necessario utilizzare il nuovo “modello RLI” per effettuare la registrazione, proroga o risoluzione dei contratti di locazione o affitto immobiliare. Continua a leggere

La Cedolare secca sugli affitti: informazioni utili e convenienza fiscale

Cedoalre seccaLa cedolare secca sugli affitti (art.3 del D.Lgs. n. 23 del 14/03/2011), è un regime facoltativo al quale possono aderire i proprietari di immobili abitativi concessi in locazione, per assoggettare i canoni ad un imposta sostitutiva dell’IRPEF (e delle addizionali). Il vantaggio dell’imposta sostitutiva è che consente di non dover pagare ne l’imposta di registro, ne l’imposta di bollo, ordinariamente dovute per le registrazioni, risoluzioni e proroghe dei contratti di locazione. 

Tuttavia, la cedolare secca implica la rinuncia alla facoltà di chiedere, per tutta la durata dell’opzione, l’aggiornamento del canone di locazione, anche se è previsto nel contratto, incluso l’aggiornamento annuale sulla base dell’indice nazionale dei prezzi calcolato ogni anno dall’Istat. Vediamo adesso di riepilogare le principali informazioni utili a capire il funzionamento di questa imposta e la possibile convenienza fiscale.

Continua a leggere